La Rsa di Piana degli Albenesi a rischio conversione Covid, a rischio 40 dipendenti

Il sindaco di Piana degli Albanesi si è detto preoccupato per il futuro lavorativo dei dipendenti

La preoccupazione del sindaco di Piana degli Albanesi

A Piana degli Albanesi l’Asp 6 vorrebbe convertire la Rsa di Via Odigitria in un centro destinato solo a pazienti Covid. L’allarme lo lancia il sindaco pianese Rosario Petta il quale, in una nota, non nasconde la propria preoccupazione per i 40 lavoratori attualmente impegnati nella Rsa.

L’ipotesi di convertire la residenza sanitaria assistita di Piana degli Albanesi a centro Covid appare concreta e le voci sono sempre più insistenti.

“La residenza sanitaria assistita – dice Petta – è la prima struttura di tutta la provincia destinata in gran parte ai malati di Alzheimer. È una struttura che si pone, strategicamente, in posizione intermedia tra ospedale e territorio. Garantisce i servizi a centinaia di pazienti provenienti da tutto il distretto territoriale”. “Tutto questo senza alcun opportuno preavviso e senza le debite interlocuzioni dell’ente preposto con l’Amministrazione Comunale e i soggetti interessati”, lamenta il primo cittadino.

L’avvio del dialogo con l’Asp di Palermo

Il sindaco di Piana degli Albanesi si è detto preoccupato per il futuro lavorativo dei dipendenti della struttura specializzata nella cura dei malati di Alzheimer. Per questo, l’amministrazione di Piana degli Albanesi ha avviato il dialogo con l’Asp di Palermo, trasmettendo “le nostre rimostranze e le richieste che rappresentano quelle dei lavoratori e soprattutto della nostra Comunità”, aggiunge il sindaco.

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.