Coronavirus

Arrivano le varianti Covid anche un Sicilia. Un caso sospetto di variante sudafricana è stato isolato a Partinico. Una notizia confermata da Vincenzo Provenzano, responsabile del Covid hospital di Partinico.

Il caso di Covid Sudafricano è ancora da confermare e riguarda un sacerdote, rientrato in Sicilia dalla Tanzania. Il prete avrebbe fatto ritorno il 29 ed è stato ricoverato con sintomi il 4 febbraio. L’uomo è stato isolato e sono stati rintracciati i contatti stretti.

La prima variante Covid individuata in Sicilia è stata quella inglese. È stata scoperta un mese fa dal laboratorio Centro di controllo qualità e rischio chimico di Palermo, diretto da Francesca Di Gaudio.

A confermare la situazione anche Renato Costa commissario per l’emergenza Covid a Palermo e provincia che afferma come si “stiano facendo gli accertamenti del caso”.

In questo momento ci sono molte migliaia di varianti del Covid in circolazione. Ma gli esperti sono preoccupati per la variante sudafricana, nota anche come 501.V2 o B.1.351, che porta con sé una mutazione chiamata N501Y che sembra renderla più contagiosa o di facile diffusione.

Articolo precedenteVede foto di donna nel cellulare del marito e tenta di ucciderlo accecata dalla gelosia
Articolo successivoVacanze in Sicilia, arrivano le prime prenotazioni da turisti USA vaccinati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui