Casi sospetti di Covid in un liceo di Palermo e al Palazzo di Giustizia

Un sospetto positivo al al Covid riguarda un Presidente di una sezione della Corte d’Appello del Capoluogo siciliano

Casi sospetti di Covid19 a Palermo, ancora da confermare, ma che tornano a creare allarmismi e tensioni. Un caso riguarda la Corte di Appello di Palermo dove un magistrato sarebbe risultato positivo al Coronavirus, un altro caso riguarda una scuola palermitana, il liceo linguistico Danilo Dolci, che è stato chiuso per la sanificazione.

IL CASO DELLA CORTE DI APPELLO DI PALERMO

Un sospetto positivo al al Covid riguarda un Presidente di una sezione della Corte d’Appello del Capoluogo siciliano. Secondo quanto viene riportato, si tratterebbe di un magistrato che presiede una sezione Penale e di Misure di prevenzione. Il giudice sarebbe in buone condizioni di salute, asintomatico e sarebbe in quarantena domiciliare in attesa del tampone di controllo. Intanto stamane è stata disposta una sanificazione dei locali della Corte d’Appello. 

IL CASO SOSPETTO UN UN LICEO PALERMITANO

Il caso sospetto riguarda il liceo linguistico Danilo Dolci . Qui una componente del personale ATA, una bidella, sarebbe risultata positiva dopo essere stata sottoposta al test sierologico eseguito a tutto il personale. Il tampone adesso darà il responso definitivo. Intanto, come si legge in un comunicato della scuola, i corsi di recupero “dal vivo” sono stati sospesi e svolti a distanza ed è stato vietato l’ingresso al pubblico.  “Si comunica agli utenti che la scuola rimarrà chiusa al pubblico, fino all’inizio delle attività didattiche previste per giorno 14 Settembre 2020, per sanificazione e disinfezione dei locali scolastici”.