“Nuova Iside speronata senza allarme” , ipotesi inquietanti dalla Procura

Proseguono le indagini sul naufragio della Nuova Iside, il peschereccio di Terrasini affondato il 12 maggio scorso mentre a bordo c’erano Vito, Giuseppe e Matteo Lo Iacono.

Da quanto si apprende, nel corso degli ultimi giorni, diventa sempre più forte l’ipotesi che la petroliera, la Vulcanello M, abbia speronato e affondato senza dare l’allarme e prestare soccorso, lasciando morire annegati i tre uomini dell’equipaggio. Si legge sul Giornale di Sicilia.

La nave cargo, inoltre, secondo quanto ipotizzano gli investigatori, sarebbe stata riverniciata per nascondere i segni dello scontro con l’imbarcazione poi affondata a largo di San Vito lo Capo. L’ipotesi prende sempre più piede in seguito all’esecuzione dell’incidente probatorio.

Secondo una ipotesi degli inquirenti, un ufficiale e il timoniere potrebbero non essere stati in plancia al momento dell’impatto. Erano le 23.02 del 12 maggio e la Vulcanello viaggiava a 10 nodi con il pilota automatico.

Dopo il presunto scontro con la Nuova Iside, la Procura sosterrebbe che il timoniere e gli ufficiali si sarebbero accorti di quanto accaduto ma avrebbero proseguito la navigazione.

Dalle registrazioni, si udirebbero anche i rumori di una porta, prima aperta e poi richiusa. La modalità di navigazione sarebbe poi passata da diurna a notturna. Proprio nel momento in cui si ipotizza l’impatto, inoltre, la Vulcanello avrebbe rallentato la propria corsa di un nodo.

Ora I legali Antonio e Cinzia Pecoraro e Giuseppina Scrudato, che assistono i genitori e il fratello di Giuseppe Lo Iacono, hanno chiesto e ottenuto che vengano effettuati nuovi riscontri sulla petroliera al fine di meglio chiarire se e dove la Vulcanello M sia stata riverniciata. La Procura, su questo tema, ha anche analizzato alcune conversazioni.

Intanto, mamma Serafina sul Giornale di Sicilia, lancia un appello per chiedere giustizia per il figlio Giuseppe, padre di quattro bambini. ‘Vogliamo la verità – dice la donna –. Giuseppe era un nuotatore esperto, aveva solo 34 anni e in mare ci era nato”.

Seguici su Facebook

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Cronaca
  • Diretta Telejato