A Lampedusa 38 migranti positivi e Musumeci attacca il Governo Conte

Musumeci accusa il Governo Conte di indifferenza nei confronti di Lampedusa attendendo la dichiarazione di stato di emergenza

Altri 38 migranti positivi arrivano a Lampedusa. E il presidente della Regione non lesina critiche al Governo nazionale a cui aveva chiesto la dichiarazione di stato di emergenza per l’isola siciliana.

Lampedusa è infatti allo stremo visti i continui arrivi di migranti tra cui molti positivi al Coronavirus. Ben 38 sono quelli individualti nelle ultime ore all’hotspot di Lampedusa.

“I nostri operatori sanitari, che non smetterò mai di ringraziare per quanto stanno facendo, mi hanno appena informato che a Lampedusa sono stati individuati 38 nuovi migranti positivi al Covid-19. È l’ennesimo episodio. Sinceramente non comprendiamo l’atteggiamento del governo centrale che, oltre a non chiudere i porti siciliani, a più di due mesi dalla nostra richiesta non si è ancora pronunciato sullo “stato di emergenza” per quell’isoletta”.

Musumeci accusa il Governo Conte di indifferenza nei confronti di Lampedusa. “Ciò che amareggia, in particolare, è l’indifferenza nei confronti di una piccola comunità che del sentimento di accoglienza e del senso di sacrificio ne ha fatto negli anni una ragione di vita”, continua il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

Totò Martello, sindaco di Lampedusa e Linosa ha scritto una lettera aperta indirizzata al premier Conte.
“In queste condizioni il suo governo non è in grado di garantire le norme di sicurezza, non solo sanitarie, sull’isola. Quindi, basta con provvedimenti tampone, basta con questo silenzio assordante: Lei ed il Suo governo non potete tacere di fronte a ciò che sta accadendo a Lampedusa”.

“Non è più accettabile che la nostra isola sia abbandonata a se stessa e che il peso dell’accoglienza sia scaricato tutto sulle nostre spalle: noi siamo i primi a voler garantire il rispetto dei diritti umani, ma non è più accettabile che per questo Lampedusa sia lasciata in balia delle più feroci speculazioni politiche”.

“Un presidente del Consiglio ha il dovere di rispettare tutti gli italiani compresa Lampedusa, che ha la sola colpa di trovarsi nel centro del Mediterraneo, al 35° parallelo”.