A Trabia turista sta male, è positiva al Covid-19

Il primo caso di Coronavirus a Trabia è stato confermato dal sindaco del centro palermitano

Una turista arriva in Sicilia, accusa alcuni sintomi ed è positiva al Covid-19. Accade a Trabia, comune costiero della Provincia di Palermo, dove una donna arrivata sull’Isola è risultata positiva al Coronavirus subito dopo essere arrivata in paese. La città di Trabia fino a ieri non aveva registrato casi di Covid, era un Comune Covid free, quello di ieri è il primo in assoluto che sconvolge il piccolo centro palermitano.

Il caso di Covid è stato scoperto, in particolare, a San Nicola l’Arena, nota borgata marinara del Comune di Trabia. Si tratta di un luogo molto frequentato dai turisti. Qui la donna ha accusato alcuni sintomi ed è stato sottoposta al tampone risultato poi positivo. Le sue condizioni di salute comunque non destano preoccupazioni. La donna si trova in quarantena domiciliare assieme ad altre persone.

La notizia è stata confermata alche dal promo cittadino di Trabia che ha voluto comunicare il promo caso di Coronavirus in città. Il sindaco Leonardo Ortolano il quale ha ricevuto una comunicazione da parte dipartimento prevenzione dell’Asp. “Posso rassicurare la cittadinanza – ha detto Ortolano -che la giovane si trova in isolamento nella propria abitazione, insieme ad altre tre persone e non ha incontrato nessuno sul territorio comunale. Ho provveduto anche ad avvisare la polizia municipale che insieme alle forze dell’ordine vigileranno e impartiranno le informazioni per i comportamenti da
adottare”.

Come detto, la situazione clinica della turista non desta alcuna preoccupazione. “Questo ci fa comprendere, qualora ce ne fosse bisogno – aggiunge il sindaco -, come siamo ancora attanagliati da questa emergenza sanitaria e che siamo ancora in piena pandemia tanto che potremmo tornare al lockdown. Esorto pertanto i miei concittadini a rispettare le normative sul distanziamento sociale e ad indossare le mascherine sia in luoghi chiusi che aperti. Chiedo inoltre la collaborazione dei titolari delle attività commerciali, a fare rispettare le regole”.