Lì dove il mare è una fogna, ecco dove non fare il bagno in Sicilia

Mare inquinato dagli scarichi fognari, arriva l’estate ma le soluzioni sono lontane e la situazione è uguale all’anno scorso. In diversi tratti di mare siciliano il mare è una fogna.

Lo dice Goletta Verde, la nave di Legambiente che gira i mari e i laghi italiani, alla ricerca dei siti più inquinati. Come l’anno scorso, sono quindici i tratti di mare sui 26 monitorati in Sicilia inquinati oltre i limiti di legge.

Goletta Verde ha eseguito analisi nel mare secondo parametri microbiologici per accertare il tasso di salute e di balneabilità.

Nel dettaglio, due località a Messina sono risultate fortemente inquinati, nella spiaggia libera sul lungomare Colombo, a Villafranca Tirrena, e alla foce del toorente Patrì, a Barcellona Pozzo di Gotto.

Acqua azzurra, acqua chiara cantava Lucio Battista. Lo stesso non si può cantare in provincia di Palermo. Il tratto del lungomare Stenditore a Porticell è fortemente inquinato come anche lo sbocco dello scarico Diaz in via Messina Marine. Tra i tratti da evitare la foce del torrente Nocella fra Terrasini e Trappeto e la foce del Pinto a Trappeto. Entro i limiti di legge la spiaggia di piazza Marina a Cefalù, la spiaggia libera al porto di Termini, Sferracavallo, la foce del fiume Chiachea a Carini e la spiaggia della Praiola di Terrasini.

Nel Trapanese l’oasi ecologica del lungomare Alighieri e la spiaggia all’altezza dello scarico del depuratore a Marinella di Selinunte sono entro i limiti. È risultato inquinato il punto alla foce del fiume Delia sul lungomare Levante di Mazara del Vallo.

Ad Agrigento la foce del torrente Cansalamone, a Stazzone, nel territorio di Sciacca sono fortemente inquinati. Nel Nisseno da evitare il tratto della spiaggia di fronte la foce del torrente Rizzuto a Butera e la foce del fiume Gattano in località Macchitella, nel comune di Gela.

A Scicli, a Ragusa, risulta entro i limiti il punto sulla foce della fiumara di Modica, località Arizza. Anche la foce del canale Grimaldi al porto di Siracusa è inquinata.

La provincia di Catania è quella che presenta più località inquinate.
Il punto della spiaggetta di fronte il canale Forcile, a Pontano d’Arci, di fronte lo scarico fognario di Aci Trezza e la foce del torrente Macchia a Mascali. Fortemente inquinato anche il punto di mare sulla foce del fiume Alcantara, in località San Marco, fra Giardini Naxos e Calatabiano, fra Messina e Catania.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.