Folla e assembramenti alla Vucciria, “Il virus non ci spaventa”

Folla davanti ai locali e ai bar della Vucciria presi d'assalto dopo il via libera alla riapertura

La Vucciria di Palermo come se l’epidemia del Covid19 non fosse mai esistita. Parte con il piede sbagliato il 18 maggio a Palermo.

Ieri sera mercato storico di Palermo della Vucciria si è riampito di giovani. Così la movida di Palermo prende di nuovo corpo in barba alle norme sul di stanziamento sociale imposte dalle norme. Sono bastate poche ore per far tornare tutto come prima dell’emergenza Covid-19.

Folla davanti ai locali e ai bar, presi d’assalto dopo il via libera alla riapertura.

Alla Vucciria folla e rumore come se nulla fosse successo in questi mesi, come se la paura del contagio fosse improvvisamente passata.

Decine di giovani hanno affollato la storica piazzetta della Vucciria. Pochi, pochissimi i giovani con le mascherine indossate. Nessuna distanza di sicurezza mantenuta tra un giovane frequentatore della Vucciria e l’altro.

A nulla sono serviti evidentemente i rimproveri e le promesse del sindaco di Palermo Leoluca Orlando. Nei giorni scorsi il primo cittadino aveva annunciato che sarebbe stato pronto a chiudere la movida palermitana se non si fossero seguite le regole. “Sono pronto a chiudere tutto in caso di violazione delle regole”, aveva detto Orlando per non vanificare il lavoro fatto finora nel contrasto al virus.