The news is by your side.

Terrasini piange Giuseppe Lo Iacono, ancora ricerche dei due dispersi in mare

0 14

A Terrasini si piange per il ritrovamento del corpo di Giuseppe Lo Iacono. Intanto sono sempre più ridotte al lumicino le speranze per ritrovare gli altri due componenti dell’equipaggio della Nuova Iside. L’imbarcazione scomparso da ieri nelle acque tra San Vito Lo Capo e l’isola di Ustica. Ancora dispersi il padre e il figlio Matteo e Vito Lo Iacono. 

Nel corso del tardo pomeriggio di oggi è partita la terza missione per l’HH-139A, l’elicottero dell’82mo Centro ricerca e soccorso del 15mo Stormo dell’Aeronautica militare di Trapani-Birgi, alla ricerca del peschereccio Nuova Iside. 

Il mezzo dell’Aeronautica si è alzato in volo alle 18:30 per perlustrare il tratto di mare individuato dalla guardia costiera per le ricerche. Nel pomeriggio il corpo di uno dei tre componenti dell’equipaggio è stato ritrovato vicino all’isola di Ustica e trasportato a Terrasini, da cui il ‘Nuova Iside’ era partito per una battuta di pesca.

In mare sono andare anche alcune imbarcazioni della flotta di Terrasini, marineria a cui appartiene il ‘Nuova Iside’. Ne aveva dato notizia il sindaco, Giosueè Maniaci, con un post pubblicato su Facebook. “Nel pomeriggio, calato il vento, alcune nostre imbarcazioni della flotta di Terrasini si uniranno alla ricerca della ‘Nuova Iside’. Non perdiamo la speranza”, aveva scritto il primo cittadino.

“Ho appreso del ritrovamento del cadavere di Vito Lo Iacono, (poi si è stato ufficializzato che si trattava in realtà di Giuseppe Lo Iacono, il cugino) uno dei tre marittimi del peschereccio ‘Nuova Iside’ di Terrasini, che risulta disperso da ieri pomeriggio. È una notizia che mi addolora e ai familiari del giovane sento di esprimere il cordoglio personale e di tutto il governo. Con l’assessore alla Pesca Edy Bandiera stiamo seguendo costantemente, fin dall’inizio, tutte le fasi delle ricerche e restiamo ancora aggrappati alla speranza di ritrovare in vita gli altri due componenti dell’equipaggio”. Lo dice in una nota il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.

Rispondi