Blitz in Sicilia contro le scommesse all’ombra di cosa nostra, 12 misure cauterali

In primo piano, secondo le indagini della squadra mobile diretta da Rodolfo Ruperti, ci sono due rampanti di Cosa nostra

Blitz della polizia scopre un giro di scommesse illegali all’ombra della mafia. Sono 12 le misure cautelare emesse dal Gip nei confronti di altrettante persone indagate. Per cinque c’è l’aggravante di essersi avvalsi della forza intimidatoria di Cosa Nostra.

In primo piano, secondo le indagini della squadra mobile diretta da Rodolfo Ruperti, ci sono due rampanti di Cosa nostra: da una parte, Antonino Fanara, boss di Passo di Rigano, il clan degli Inzerillo, di recente condannato a 11 anni e 4 mesi, dall’altro, Guglielmo Ficarra, della Noce. Dei dodici indagati alcuni sono in carcere, altri ai domiciliari, ma sono stati anche applicati dei divieti di dimora a Palermo.

Operazione Game Over II

Gli agenti della polizia di Stato hanno operato nelle province di Palermo, Ragusa, Messina, Agrigento e Trapani. I 12 soggetti indagati, devono rispondere, a vario titolo, di associazione per delinquere semplice, d’illecite scommesse online e intestazione fittizia di beni.

Per la mafia quello delle scommesse è diventato un business di primaria importanza. Su di esso si regge una grossa fetta dei guadagni illeciti dei clan e tutte le famiglie mafiose partecipano alla spartizione della torta. Gioco e droga: così la mafia cerca di resistere.

Oltre 150 i poliziotti impegnati nell’operazione che tocca le province di Palermo, Ragusa, Messina, Agrigento e Trapani. I reati contestati sono associazione per delinquere semplice, raccolta d’illecite scommesse on line e intestazione fittizia di beni.

Secondo la ricostruzione del procuratore aggiunto Salvatore De Luca e dei sostituti Vincenzo Amico e Giovanni Amtoci, le scommesse venivano gestite attraverso società maltesi, prive della concessione dei Monopoli di Stato. All’interno delle agenzie ufficiali c’erano dei terminali per scaricare le scommesse all’estero nei circuiti illegali.


Seguici su Facebook


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.