Sparatoria a Cinisi dopo una lite, scatta il fermo per un 20enne di Carini

Secondo gli investigatori sarebbe stato lui a premere il grilletto

0

Un ragazzo di 20 anni è stato arrestato perché ritenuto responsabile della sparatoria avvenuta a Cinisi. Il giovane sarebbe accusato del tentato omicidio dei due fratelli Emanuel e Roberto Bozzo.

Il ragazzo fermato oggi è originario del vicino paese di Carini. Secondo gli investigatori sarebbe stato lui a premere il grilletto e a dare vita alla sparatoria subito dopo una lite avvenuta a Terrasini tra alcune ragazze. I tre, il presunto aggressore e i due fratelli, sarebbero intervenuti per difendere fidanzate e parenti. Poi sarebbero giunti i carabinieri che hanno riportato la calma.

La discussione però sarebbe soltanto stata rinviata. Attorno alle 4 di notte, infatti, i due fratelli sono stati bersaglio di una sparatoria mentre si trovavano in una pompa di benzina di Cinisi. Il sospettato avrebbe ferito in modo grave Roberto e in modo lieve il fratello Emanuel. Ora il ferito grave si trova all’ospedale di Partinico dopo una complessa operazione chirurgica. L’altro giovane è stato dimesso.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.