L’incidente, il coma e la tragedia, Palermo piange Michelangelo Pavoniti

Sono trascorsi ben 110 giorni da quel maledetto incidente stradale avvenuto lungo l’autostrada A-19 Palermo-Catania

Tragedia a Palermo. Michelangelo Pavoniti, 35 anni, è morto in ospedale dopo un grave incidente stradale avvenuto a giugno lungo l’autostrada Palermo-Catania. Dopo giorni di speranze e preghiere Michelangelo non ce l’ha fatta. Profondo è il dolore nel rione palermitano di Borgo Vecchio.

Sono trascorsi ben 110 giorni da quel maledetto incidente stradale avvenuto lungo l’autostrada A-19 Palermo-Catania lo scorso 20 giugno. Una lunga agonia terminata nel peggiore dei modi all’ospedale Civico di Palermo. Il suo cuore ha smesso di battere nonostante le cure dei medici che ce l’hanno messa tutta per salvargli la vita. Il 35enne dopo lo schianto non aveva più ripreso conoscenza ed era in coma.

Si trovava a bordo di una Citroen quel giorno e furono in totale due le auto coinvolte. Ad avere la peggio fu proprio il mezzo in cui vi era il 35enne che dopo lo scontro si è ribaltato rimanendo sottosopra al centro della carreggiata. Assieme al 35enne c’erano altre tre passeggeri, rimasti feriti ma non in maniera grave. Lo schianto tra gli svincoli di Altavilla e Trabia, nel Palermitano.

Il palermitano arrivò al Civico a bordo di un elisoccorso in condizioni disperate e venne ricoverato in rianimazione in stato di coma. Non si è più svegliato. Ora lo piange l’intero quartiere di Borgo Vecchio dove risiedeva.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.