Rete di spaccio a Belmonte Mezzagno, 3 arresti dei Carabinieri di Misilmeri

L'indagine della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Termini Imerese

I Carabinieri della Compagnia di Misilmeri hanno arrestato 3 persone, con l’accusa di spaccio e detenzione di “marijuana”.

L’operazione, denominata “Artemide”, ha permesso agli investigatori, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Termini Imerese, di risalire ai presunti responsabili di una fiorente attività di spaccio nel Comune palermitano.

I tre soggetti, tra i 24 e i 33 anni, sono stati condotti presso i rispettivi domicili in regime di arresti domiciliari in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dall’Ufficio del GIP di Termini Imerese.

L’indagine, avviata nel novembre 2020, si è conclusa a gennaio 2021. Attraverso pedinamenti e servizi di osservazione, gli investigatori hanno potuto documentare numerosissimi episodi di spaccio da parte degli indagati nei confronti di ragazzi del paese. I pusher svolgevano l’attività illecita di detenzione e cessione utilizzando, quale deposito per l’occultamento dello stupefacente, un immobile disabitato nel Comune di Belmonte Mezzagno.

Durante le indagini i Carabinieri hanno effettuato diversi riscontri, traendo nei mesi scorsi in arresto in flagranza di reato due persone e sequestrando oltre 3 kg di marijuana. L’identificazione di decine di assuntori dello stupefacente acquistato dal gruppo, ha comportato la loro segnalazione alla Prefettura di Palermo.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.