Focolaio Covid a Roccamena, prime comunioni in piazza con Green Pass

L'amministrazione corre ai ripari, tavolo tecnico con Carabinieri e autorità sanitarie

0

Salgono a 10 i positivi a Roccamena dopo che è stato eseguito lo screening dall’Usca in seguito a casi accertati di Covid-19.

Positivi, tra gli altri, un bambino e di due adulti, tutti migranti, che si trovano nello Sprar di Roccamena. Tra i positivi anche sette persone residenti nel piccolo centro del Palermitano. Come ha scritto ieri DirettaSicilia, tra i contagiati c’è anche un uomo di circa 90 anni. L’uomo è stato trasportato all’ospedale Civico di Palermo a causa dei sintomi legati all’infezione.

LEGGI ANCHE
Rischio focolaio a Roccamena, 50 persone in quarantena e un ricovero urgente

Intanto a Roccamena si corre ai ripari

Per evitare assembramenti, la parrocchia del paese d’intesa con il sindaco Giuseppe Palmeri e la stazione dei Carabinieri ha organizzato la celebrazione delle comunioni in piazza. Saranno montati alcuni palchi distanziati per accogliere le famiglie dei ragazzini a cui sarà impartito il sacramento della comunione, tutte con green pass. Una soluzione scelta nel corso di un tavolo tecnico tra le autorità cittadine.

A Roccamena uno dei bambini che aveva partecipato al “Grest”, un campo estivo realizzato dalla chiesa, era risultato positivo al covid-19. Presso lo Sprar di Roccamena, la struttura di accoglienza per richiedenti asilo e rifugiati, sono stati accertati tre positivi. Anche gli ospiti e gli operatori dello Sprar sono stati messi in quarantena.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.