Sicilia zona gialla, Orlando, “Vaccinatevi e rispettate le restrizioni”

“Da oggi l’intera Sicilia è zona gialla. Invito tutti i cittadini a rispettare le limitazioni e a vaccinarsi. La vaccinazione è l’unica alternativa al dilagare di questa pandemia. Da oggi, inoltre, a Palermo è possibile prenotarsi per avere inoculato il vaccino in una delle 56 farmacie della provincia. Che è la prima in Sicilia a praticare questa ulteriore agevolazione. La nostra salute, la vita delle persone dipendono dal rispetto delle prescrizioni e soprattutto dalle vaccinazioni”. Lo dichiara il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.

Sicilia in zona gialla

Da oggi la Sicilia torna in zona gialla. E’ quanto stabilisce l’ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, lo scorso venerdì, sulla scorta dei dati su contagi e riempimento degli ospedali. Contagi sempre più in crescita. Nella settimana appena conclusa i nuovi positivi in Sicilia sono 9307, il 2,5% in più rispetto alla settimana precedente, quando già si era registrato un incremento del 32,9%. L’aumento dei nuovi positivi registrato questa settimana è il più alto dallo scorso mese di gennaio. Ed è “drammatico l’incremento della mortalità totale nella città di Palermo”, come sottolinea in una nota l’Ufficio Statistica del Comune, alla luce della pubblicazione del Rapporto sull’andamento della mortalità giornaliera nelle città italiane aggiornato al 10 agosto, a cura del Ministero della Salute e del Dipartimento di Epidemiologia SSR Regione Lazio.

Quattro Comuni zona arancione

Inoltre, ci sono anche quattro comuni in zona arancione, dove aumentano i divieti e le limitazioni. Si tratta di Barrafranca, in provincia di Enna, Niscemi, in provincia di Caltanissetta, Comiso e Vittoria, in provincia di Ragusa, come stabilito dall’ultima ordinanza del presidente della Regione, Nello Musumeci.

La prima regione in fascia gialla

L’Isola è la prima regione a cambiare colore, dopo il via libera a fine luglio dei nuovi criteri per calcolare il rischio Covid-19 basati sulle ospedalizzazioni, con soglia del 10% per l’occupazione dei posti in Rianimazione e 15% per i posti letto nella cosiddetta area medica non critica. Da oggi scattano come disposizioni da osservare le mascherine obbligatorie anche all’aperto e un limite di quattro commensali al tavolo del ristorante. E’ quanto cambierà in sostanza per i territori della regione. Regole diverse e meno stringenti rispetto a quanto gli italiani erano abituati a fare nei mesi scorsi. E che tengono conto anche del green pass in possesso dei vaccinati. Con il nuovo profilo di rischio giallo, le misure prevedono che ci si possa spostare tra le regioni (anche senza il green pass) ed è possibile raggiungere le seconde case fuori regione al di là del colore del territorio di provenienza e di quello di arrivo.

Stop a coprifuoco e divieto di spostamenti

Non ci sono più limiti orari alla circolazione, dunque nessun coprifuoco, che è stato eliminato lo scorso 21 giugno e che ha segnato duramente i mesi di lockdown. Le mascherine, che in zona bianca sono già obbligatorie nei locali al chiuso, in gialla devono tassativamente essere indossate anche al’aperto. Teatri, cinema, concerti, musei e terme sono accessibili, ma vigono le stesse regole della zona bianca, quindi sempre con l’utilizzo del Green pass. Restano chiuse le discoteche, come in zona bianca, anche se sono autorizzati i servizi di bar e ristorante. Quel che è vietato è ballare in pista. Anche i ristoranti restano aperti sia all’interno (con il Green pass) che all’aperto (anche senza), ma in zona gialla il limite di commensali al tavolo è di quattro persone, con una deroga per i conviventi.

Mascherina sempre obbligatoria

Con il passaggio in zona gialla la mascherina diventa obbligatoria sempre dunque anche in spiaggia. Appare evidente che sarà possibile toglierla per prendere il sole e fare il bagno, ma bisognerà indossarla quando ci si sposta. E con il ritorno a scuola a settembre la presenza in classe al momento è garantita al 100% a meno che non si verifichino necessità di quarantene o focolai di contagi da Covid-19.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

I commenti sono chiusi.