Colpito in testa mentre lava i piatti, la compagna confessa, “’L’ho ucciso io”

“A casa mia c’è un morto. E’ il mio compagno, l’ho ucciso io”

Romina Soragni ha confessato l’omicidio di Vincenzo Giuseppe Canzonieri, avvenuto a Prizzi nella tarda serata d’ieri. L’ha colpito con una bottiglia di birra lasciandolo sul pavimento esanime. Poi sarebbe uscita da casa.

Romina Soragni interrogata per ore

La donna, tenuta per tutta la notte sotto torchio dai Carabinieri, alla fine ha confessato l’omicidio del compagno di 51 anni. Lei di anni ne ha 36. È stata fermata nella serata d’ieri mentre vagava con le scarpe intrise di sangue per le strade del paese in provincia di Palermo.

Ha confessato l’omicidio di Vincenzo Giuseppe Canzonieri

Sentita in caserma per tutta la notte dal pm e dai carabinieri, la donna ha ammesso le sue responsabilità. Il sostituto procuratore di Termini Imerese ha disposto lo stato di fermo della donna che avrebbe ucciso l’uomo con cui conviveva per poi uscire dall’abitazione in stato di shock e sporca di sangue.

Ucciso mentre lavava un piatto

Ricondotta in casa, è stato scoperto il cadavere e sono state avviate le indagini condotte dai carabinieri di Lercara Friddi secondo cui l’uomo era già morto da diverse ore. Secondo il medico legale il decesso sarebbe avvenuto attorno alle 19 d’ieri sera. Quasi certamente stava lavando un piatto quando è stato colpito alla testa da un bottiglia di birra, probabilmente piena. Il corpo era vicino al lavello.

Continue liti tra i due

I carabinieri stanno accertando se l’omicidio è avvenuto al culmine di una delle tante furibonde liti che secondo i vicini di casa erano all’ordine del giorno. Gli inquirenti stanno anche cercando di capire cosa ha fatto la donna dopo aver colpito il compagno. Un buco di almeno tre ore che tassello dopo tassello i militari di Prizzi stanno ricostruendo.

Si sono conosciuti su Facebook

Vincenzo Giuseppe Canzoneri e Romina Soragni erano entrambi disoccupati e in più occasioni sono stati controllati dai carabinieri e segnalati per ubriachezza molesta. La donna ha raccontato agli inquirenti di aver conosciuto il compagno su Facebook e dopo un periodo di relazione a distanza ha deciso di trasferirsi da Rovigo in Sicilia, prima a Palermo e poi a Prizzi.


Seguici su Facebook


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.