Sorpreso ad appiccare un incendio, scatta un altro arresto nel Palermitano

L’uomo è stato sorpreso mentre stava dando fuoco

Un nuovo arresto in provincia di Palermo scatta nei confronti d un uomo che ha appiccato un incendio. In particolare, i carabinieri a Ciminna (Pa) hanno arrestato Vito Pampinella, 71 anni, accusato di combustione illecita di rifiuti.

L’uomo è stato sorpreso dai Carabinieri mentre, in un terreno vicino alla propria casa, che si trova alla periferia del paese, stava dando fuoco a un cumulo di rifiuti fra cui plastica, alluminio e cartone.

L’area interessata, di circa 50 metri quadrati, si trovava inoltre in piena macchia mediterranea. Per fortuna le fiamme non hanno causato gravi danni a cose o persone. L’arresto del 71enne è stato convalidato ieri dal gip di Termini Imerese.

Solo la settimana scorsa, a Palermo, nel quartiere Cruillas, un altro 71enne era stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Uditore perché sorpreso ad appiccare il fuoco ad una vasca d’irrigazione in stato di abbandono. Le fiamme, per spegnere le quali è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco, anche in quel caso non avevano causato danni a cose o persone. Il pensionato, già noto alle forze di polizia, è accusato del reato d’incendio. L’arresto è stato convalidato dal Gip di Palermo.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.