Variante Delta fa la prima vittima in Sicilia, muore 60enne con prima dose

Muore un uomo di poco meno di 60 anni all'ospedale di Marsala

0

In Sicila c’è la proma vittima della variante Delta. Si tratta di un uomo di 60 anni di Marsala. L’ISS segnala inoltre un aumento dell’indice di contagio: l’incidenza settimanale passa a 32 casi su 100mila. Il rischio è passare in zona gialla in poche settimane.

Intanto la variante Delta fa la prima vittima. Muore un uomo di poco meno di 60 anni all’ospedale di Marsala. A confermare la positività alla mutazione è stato il tampone analizzato a Palermo.

Il marsalese soffriva di qualche lieve patologia e aveva fatto una sola dose. Ci sono altri due pazienti ricoverati in terapia intensiva all’ospedale di Marsala. Sono intubati ed entrambi in gravissime condizioni. Saranno sottoposti anch’essi al tampone specifico per la variante Delta. Anche loro sono persone di mezza età.

Intanto la situazione siciliana è sotto l’attenzione delle autorità sanitarie.
Il report del periodo 5-11 luglio dice che in Sicilia il rischio è già passato da basso a moderato in una settimana. I casi registrati sono stati 1.224, con un aumento del 42,4 per cento in una settimana. I nuovi focolai sono in risalita, a quota 199, mentre i casi per i quali non si conosce l’origine del contagio ben 349. Anche il tasso di positività sui tamponi molecolari è aumentato dal 2,9 al 4,2 per cento ed è proprio questo una delle “allerte” segnalate nel report.

Resta basso il tasso di occupazione delle terapie intensive da parte dei pazienti covid è al 3 per cento, quello dei reparti ordinari al 5 per cento, lontano dalle soglie critiche. Secondo il report la Sicilia ha meno del 5 per cento di possibilità di arrivare a queste soglie nel giro di un mese.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.