Incubo variante, la Sicilia verso la zona gialla

A causa della variante Delta e dell'impennata di contagi

La Sicilia potrebbe piombare in zona gialla da fine luglio o dagli inizi di agosto. A causa della variante Delta e dell’impennata di contagi, l’isola si porta in zona a rischio. I positivi sono di nuovo in crescita in Sicilia e c’è il rischio concreto di tornare presto in zona gialla.

Le regioni che rischiano la zona gialla

Nel dettaglio, gli esperti ritengono che le prime Regioni che potrebbero superare la suddetta soglia sono Sicilia, che ha incidenza pari a 21; Campania (incidenza a 19); Abruzzo (incidenza a 16,6); Marche (incidenza a 15,3). Queste le quattro Regioni che nel giro di due o tre settimane potrebbero ritornare in zona gialla, con il rischio che a ridosso dell’autunno ci saranno le condizioni anche per ritorni in zona arancione e rossa, e dunque un ripristino delle restrizioni.

Una cabina di regia ad hoc

Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha spiegato che “Dobbiamo agire con prudenza, anche alla luce di quanto sta accadendo”. E così, in questo contesto, nel corso della prossima settimana si terrà una cabina di regia ad hoc.

La variante Delta preoccupa

Ancora casi di variante Delta in Sicilia. E sempre dalla Spagna, sempre da località turistiche. Altri dieci giovani sono risultati positivi all’aeroporto Punta Raisi di Palermo, proveniente da Palermo.

60 positivi Delta in Sicilia

Sono in isolamento e con i contatti rintracciati nelle ultime ore. Salgono così a 60 circa i contagi da variante Delta nell’Isola. Ma il numero è certamente destinato a salire.

A Cefalù 28 in quarantena

Due ragazzi di Cefalù tornati da una gita organizzata dal Liceo Classico Mandralisca sono attualmente in quarantena domiciliare come le altre 26 persone che hanno partecipato al tour, tra i quali il preside dell’istituto, e che attendono ora il tampone.

Palermitani bloccati in Spagna

E’ stata proprio la variante delta a rovinare la vacanza di un gruppo di giovani amici palermitani, di età compresa tra i 18 ed i 20 anni che hanno scoperto, proprio nel paese straniero, di essere positivi al Covid. I ragazzi si erano concessi qualche giorno di vacanza a Lloret de Mar, ma quando sono arrivati all’aeroporto di Barcellona per ritornare a Palermo sono stati sottoposti a tampone, ed è emersa la loro positività. Al momento sono bloccati in Spagna.

Ricevi le nuove notizie in tempo reale gratis

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.