Da Lampedusa alle Eolie a Pantelleria i mari più puliti della Sicilia

A essere premiate per la qualità delle spiagge com le bandiere blu per le spiagge di Custonaci ed Erice

Sono le isole minori della Sicilia a presentare le acque marine tra le più pulite del pianeta. Alcune spiagge siciliane restano fra le più pulite e a primeggiare ci sono quelle degli arcipelaghi, quest’anno meta preferenzile dei turisti. Come spiega Mariella Gattuso, direttrice di Marevivo Sicilia a Repubblica, “tra tutte spiccano le spiagge delle Eolie con in testa l’isola di Salina e a seguire Lipari. Mare e spiagge pulite anche nelle Pelagie, a Ustica e Pantelleria”.

Le tante spiagge siciliane

A essere premiate per la qualità delle spiagge com le bandiere blu per le spiagge di Custonaci ed Erice, e tutto il litorale costiero compreso tra Porto Palo di Capo Passero e il Golfo di Noto. Tra le più pulite anche la costa agrigentina con le spiagge di Sciacca, Siculiana, la riserva di Torre Salsa, Eraclea Minoa, Bovo Marina e a seguire Menfi e Realmonte. Menzioni anche per Taormina, Cefalù, Castellammare, Marsala, Selinunte e i tratti costieri compresi tra Ragusa e Modica e le tante località ai piedi dei Nebrodi.

Anche tante bandiere blu in Sicilia

In provincia di Messina va ad Alì Terme, Roccalumera, Santa Teresa di Riva, Lipari, Tusa. Nell’agrigentino Bandiera Blu confermata a Menfi. In provincia di Ragusa il premio a Modica, Ispica, Pozzallo e alla stessa Ragusa. Non è un caso se anche quest’anno la Sicilia è la meta prescelta dai siciliani per trascorrere le loro vacanze.

Le zone inquinate

Soffrono, invece, le zone del Palermitano e del Catanese, secondo la relazione annuale appena pubblicata dalla Commissione europea in collaborazione con l’Agenzia europea dell’ambiente. La Sicilia viene promossa anche se negli ultimi 5 anni si assiste a un graduale peggioramento della qualità dell’acqua in numerose località. Le situazioni più critiche si registrano nei pressi dei grandi centri urbani. A Palermo, ad esempio, Barcarello e Sferracavallo presentano acque qualitativamente insufficienti.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.