Giovane in coma dopo un tuffo a Mondello, operato per frattura cervicale

In prognosi riservata all'ospedale Villa Sofia

È in coma il 17enne che ha battuto la testa dopo un tuffo a Mondello. Il giovane è stato operato per una frattura. Ora si trova nel reparto di Prima Rianimazione dell’ospedale Villa Sofia di Palermo.

C.L., 17 anni, del quartiere Sperone, ieri è rimasto ferito dopo aver battuto violentemente la testa per essersi tuffato dal Charleston di Mondello. Ora le sue condizioni sono stabili ma gravi, come fanno sapere i medici. Intanto la prognosi resta riservata.

Il giovane palermitano è stato soccorso prima dalla polizia e poi dai sanitari del 118. Poi il trasporto a Villa Sofia dove i medici hanno avviato un delicato intervento di neurochirurgia per una frattura cervicale. Il paziente adesso si trova in coma farmacologico in attesa di vedere come il suo corpo reagirà all’operazione.

Il ragazzo era Mondello con un amico per trascorrere una giornata al mare. A un certo punto, mentre si trovava in acqua, avrebbe deciso di spostarsi nella zona solarium del vecchio stabilimento usando la scala in metallo, avrebbe scavalcato la ringhiera e poi si sarebbe tuffato sbattendo la testa e provocandosi una frattura alla colonna vertebrale. Sull’episodio indaga la polizia


Seguici su Facebook


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.