Monreale, 2mila piante di droga scoperte dai Carabinieri, arrestato agricoltore

La piantagione aveva un efficiente impianto d'irrigazione allacciato abusivamente alla rete elettrica

I carabinieri di Monreale hanno arrestato un monrealese di 51 anni accusato di produzione, traffico, detenzione illeciti di sostanze stupefacenti e furto aggravato. L’uomo è un agricoltore di professione.

I militari della compagnia di Monreale hanno scoperto una piantagione con oltre  2000 piante di “cannabis indica”.  La coltivazione di sostanza stupefacente era nascosta in mezzo alla vegetazione e difficilmente raggiungibile.

La piantagione aveva un efficiente impianto d’irrigazione allacciato abusivamente alla rete elettrica pubblica, così come confermato da una squadra di tecnici dell’Enel intervenuta sul posto. L’uomo è portato nel carcere Lorusso di Pagliarelli in attesa della udienza di convalida.

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.