Wi-Fi gratuito in 20 Comuni, da Altofonte a Monreale a Corleone

Si tratta dei comuni della provincia di Palermo aderenti al Gal Terre Normanne

Via in 20 Comuni del Palermitano all’iniziativa “Piazze telematiche”. Arriva lungo le strade internet pubblico con collegamento wi-fi gratuito. Il progetto è finanziato con 900 mila euro di fondi europei nell’ambito del PO Fesr 2014-2020 della Regione Siciliana.

Oltre a Monreale, a essere messi in rete saranno Altofonte, Belmonte Mezzagno, Campofiorito, Carini, Cefalà Diana, Camporeale, Giardinello, Godrano, Piana degli Albanesi, San Cipirello, San Giuseppe Jato, Santa Cristina Gela, Corleone, Marineo, Montelepre, Roccamena, Torretta, Isola delle Femmine e Capaci. Le amministrazioni comunali per aderire hanno tempo fino al 15 luglio 2021.

“Gli interventi – spiega Giuseppe Sciarabba, direttore amministrativo del Gal – fanno parte della strategia di sviluppo locale di tipo partecipativo in modalità multifondo attuata in Sicilia grazie alla chiamata a progetto disposta dall’Autorità regionale per l’Innovazione tecnologica. Si tratta di un passaggio importante per una vasta fetta di territorio della provincia di Palermo dove saranno creeranno le condizioni per i cittadini con scarsa o inesistente propensione alla connettività di poter usufruire di un servizio che aprirà nuovi orizzonti d’informatizzazione e comunicazione”.

L’Unione europea attraverso il regolamento 2017/1953 promuove nelle comunità locali la connettività senza fili gratuita e senza condizioni discriminatorie, protetta e di facile accesso, secondo il principio ispiratore del wi-fi pubblico che è quello di ritenere l’accesso a internet un diritto universale da garantire a tutti i cittadini in quanto appartenenti a una comunità per rimuovere ostacoli alla vita sociale, al lavoro e alla fruizione di servizi pubblici essenziali.

“Il servizio di wi-fi gratuito a beneficio dei comuni del Gal Terre Normanne sarà attivo entro settembre – conclude Sciarabba – e contribuirà a ridurre il cosiddetto ‘divario digitale’ di cui soffrono molte zone rurali del Palermitano, in particolare quelle più interne, con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo delle piccole e medie imprese locali”.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche

I commenti sono chiusi.