Tragico incidente a Palermo, sono due le vittime, Chiara Ziani e Alessia Bommarito

Ferito in modo grave anche un uomo che di trovava nel van, in tutto 15 feriti tra cui una bambina

0

Chiara Ziani, 21 anni, e Alessia Bommarito, 20 anni, sono le vittime del terribile incidente stradale avvenuto ieri pomeriggio in viale Regione Siciliana, a Palermo. Si aggrava dunque il bilancio del maxi incidente che ieri sera ha paralizzato la Circonvallazione di Palermo per tre ore.

Alessia Bommarito

In tutto sono 15 le persone coinvolte. Due i morti. Si tratta di due ragazze giovanissime. Chiara Ziani, 21 anni, è morta sul colpo. Alessia Bommarito, 20 anni, è morta a Villa Sofia. Alessia Bommarito è morta questa mattina all’ospedale di Villa Sofia dopo che ieri era stata strappata alla morte grazie a un massaggio cardiaco durato una ventina di minuti. I medici hanno fatto di tutto per salvarle la vita ma le ferite riportate erano troppo gravi.

Chiara Ziami

Alessia Bommarito si trovava a bordo della Panda assieme a Chiara Ziani che è morta subito dopo il terribile schianto. Sul sedile posteriore della Panda c’era anche un giovane di 17 anni, ferito gravemente e trasportato in “codice rosso” all’ospedale Villa Sofia.

Tra i feriti gravi, anche il conducente dello scooter Yamaha 400, Rosario P. di 49 anni, intubato e anche lui all’ospedale Villa Sofia. La Panda, dopo la carambola è finita contro il Van e poi sull’aiuola spartitraffico. A seguito dell’impatto, il Van è poi finito contro lo scooter Yamaha. Il blocco motore della Panda è stato ritrovato a 50 metri dall’auto.

Sono ancora in corso le indagini per ricostruire la dinamica del maxi incidente che ha coinvolto diversi veicoli. I mezzi coinvolti sono un Van, due Fiat Panda e uno scooter. Una delle due auto, la Panda, è finita sullo spartitraffico. Una quindicina i feriti, tra cui anche una bambina.

L’impatto iniziale sarebbe stato tra il furgone e la panda su cui viaggiavano le due vittime. L’utilitaria si sarebbe ribaltata più volte finendo sullo spartitraffico. Per Chiara Ziani non c’è stato niente da fare, mentre l’amica è stata rianimata, intubata e tradotta all’ospedale di Villa Sofia in codice rosso. Qui stamattina è morta.

Sono stati i vigili del fuoco a estrarre la prima vittima dall’abitacolo della Panda distrutta.

Sui social intanto è polemica sui video pubblicati su migliaia di pagine e che tuttora girano sulle chat di WhatsApp.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.