Variante “inglese” dilaga a Corleone, famiglie preoccupate e zona rossa a un passo

Il presidente del Consiglio Pio Siragusa e i capigruppo evidenziano al sindaco "la grave situazione sanitaria in corso nel territorio comunale, che vede una continua ascesa dei contagi"

Dilagano i contagi a Corleone che tocca quota 83 attuali positivi. Mentre si attende la decisione del Presidente della Regione sull’istituzione della zona rossa richiesta dall’amministrazione comunale, aumenta la preoccupazione dei genitori degli alunni che frequentano le scuole della città per il rischio relativo alla variante inglese.

L’allarme della Presidenza del consiglio comunale

L’allarme lo lancia anche il Presidente del Consiglio comunale corleonese, Pio Siragusa, il quale, assieme ad alcuni consiglieri comunali, ha chiesto al primo cittadino, Nicolò Nicolosi, di adottare ulteriori misure per fronteggiare l’emergenza e a salvaguardia della salute degli studenti.

Grave situazione sanitaria

Pio Siragusa e i capigruppo evidenziano al sindaco “la grave situazione sanitaria in corso nel territorio comunale, che vede una continua ascesa dei contagi, con numeri pari a 83 positivi, quasi tutti relativi alla pericolosa “variante inglese””. “Molto contagi – si legge sulla nota – sono afferenti al comparto scolastico (segreteria scuola, docenti, alunni)” e “cori unanimi di genitori preoccupati si elevano in queste ore attraverso tutti i canali social, chiedendo un intervento urgente da parte dell’amministrazione comunale”. Molte famiglie di Corleone, inoltre, avrebbero deciso di non mandare i figli a scuola per paura dei contagi.

La richiesta al sindaco, “Chiudere le scuole”

Il presidente del Consiglio e i capigruppo hanno chiesto a Nicolosi d’intervenire “in qualità di Autorità Sanitaria con la chiusura urgente di tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio di Corleone”. Una richiesta avallata dalla richiesta al Presidente della Regione, di “zona rossa” per Corleone. “Si reputa inoltre essenziale, un monitoraggio del territorio da parte della Polizia Municipale con l’ausilio del gruppo comunale di Protezione Civile, al fine di scoraggiare eventuali assembramenti nei principali luoghi di aggregazione della Città, con particolare attenzione agli edifici pubblici e privati sedi d’incontri tra giovani.

Corleone verso la zona rossa

Corleone si avvia verso la zona rossa quindi. L’impennata dei contagi ha già fatto superata la soglio critica e il sindaco Nicolosi ha già informato il presidente della regione. “In considerazione dell’alto numero di casi rilevati questa settimana – diceva il sindaco il primo maggio -, la soglia per la zona rossa a Corleone è stata superata. Era quindi dovere dell’Amministrazione riferire la situazione al presidente della Regione e chiedere quindi la zona rossa secondo la normativa vigente”. Si è dunque in attesa dell’ordinanza del Presidente Musumeci.

 

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.