Tutta la provincia di Palermo è zona rossa, ordinanza di Musumeci

La zona rossa in provincia partirà da domenica 11 e cesserà giovedì 22 aprile

Tutta la provincia di Palermo è zona rossa. Lo ha appena deciso il Presidente della regione, Nello Musumeci. Aumento contagi e varianti, zona rossa in tutta la provincia di Palermo.  DirettaSicilia lo aveva anticipato già il 7 aprile. 

Tutta la provincia di Palermo in lockdown

Considerata la repentina evoluzione dei contagi e la diffusione delle varianti del Covid, in tutta la provincia, il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha appena firmato un’ordinanza che dispone la zona rossa in tutti i Comuni della Città metropolitana di Palermo. L’efficacia del provvedimento partirà da domenica 11 e cesserà giovedì 22 aprile.

Zona rossa a Marsala e San Cataldo

Stesse restrizioni, così come richiesto dalle amministrazioni comunali e a seguito delle relazioni delle Asp, a Marsala in provincia di Trapani e a San Cataldo nel Nisseno. Anche in questo caso la durata delle prescrizioni andrà dall’11 al 22 aprile.

I dati della zona rossa

I nuovi dati elaborati e forniti dal commissario per l’emergenza Covid in provincia di Palermo nella settimana dal 31 marzo a 6 aprile.  Dai dati in base all’incidenze ci sono i comuni da zona rossa. Secondo i dati i forniti dalla Regione Palermo sarebbe al limite della zona rossa con 240,5. Il Capo del Dipartimento regionale prevenzione e dal Commissario per la provincia di Palermo hanno espressamente confermato una “aumentata pressione, in termini di accessi presso i nosocomi che insistono sul territorio, nonché con le segnalazioni effettuate dai Medici di Medicina Generale, Pediatri di libera scelta e dal Dipartimento di Prevenzione, con le prese in carico di pazienti Covid positivi alle USCA che vedono un incremento dal 40% al 85% negli ultimi 30 giorni”.

Orlando, ecco cosa dice

“Credo non sia utile commentare in alcun modo dati numerici né dati sul sistema ospedaliero, della cui validità ciascuno si assume le responsabilità secondo le rispettive competenze. Ho chiesto al Ministro della Salute ogni necessaria attenzione alla situazione siciliana, in considerazione del fatto che la correttezza dei dati numerici, la tenuta del sistema sanitario e la tempestività dei provvedimenti sono condizioni necessarie per un efficace contrasto al diffondersi della pandemia, così come per la salute dei cittadini e per mitigare l’impatto socio-economico delle scelte adottate”.

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.