Cervello e Partinico sovraffollati, medici invocano zona rossa

La situazione diventa sempre più preoccupante negli ospedali, anche i medici chiedono provvedimenti restrittivi

Gli ospedali che ricevono pazienti positivi sono in una situazione di emergenza. Sovraffollati il Cervello e il Civico di Partinico.

Nel corso delle ultime ore sono decine i ricoveri nei reparti a fronte dell’aumento dei contagi in provincia di Palermo. A ore è attesa l’ordinanza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci che dichiarerà la zona rossa almeno per la città di Palermo.

Intanto i pronto soccorso Covid dell’ospedale Cervello, di Termini Imerese e di Partinico sono ormai allo stremo. L’indice di sovraffollamento al Cervello è salito al 155%. Alto anche a Partinico dove nelle ultime ore sono state dirottare diverse ambulanze provenienti dalla provincia palermitana.

“La situazione nei pronto soccorso ha superato il limite – spiegano i medici dagli ospedali – Aspettiamo nelle prossime decisioni da parte dei vertici della Regione”. E le decisioni sono attese a breve visto che la Regione già ieri ha certificato l’aumento repentino dei contagi avvenuto negli ultimi giorni a Palermo e provincia.

Ieri il sindaco di Palermo ha chiesto la zona rossa e misure rigorose per evitare l’ulteriore aumento dei positivi. L’ufficio statistica sulla base dei dati provvisori trasmessi dal Commissario per l’emergenza Covid-19 dice che nel Comune di Palermo il numero dei nuovi positivi nella settimana dal 30 marzo al 5 aprile è pari a 1763, pari a 275,2 per 100 mila abitanti. Ieri, con riferimento alla settimana dal 28 marzo al 3 aprile, era pari a 251,3.

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.