A Palermo calano i prezzi delle case, tutti a caccia di ville e spazi esterni

Nel Capoluogo le compravendite registrano un calo del -17,3% rispetto allo stesso periodo del 2019

A Palermo diminuiscono i prezzi delle case e le compravendite. Lo afferma l’Ufficio Studi Tecnocasa su dati Agenzia delle Entrate in base ai dati dei  primi nove mesi del 2020. Le compravendite registrano un calo del -17,3% rispetto allo stesso periodo del 2019. I prezzi si abbassano invece  dell’1,5%.

Aumenta la richiesta di case per investimenti turistici

In controtendenza il centro storico di Palermo dove i prezzi aumentano per l’aumento della domanda. A pesare sono gli investimenti nel settore turistico che dovrebbe ripartire a fine pandemia. In crescita la domanda in zona Cala e Foro Italico.

Nella zona che si sviluppa intorno al Politeama, spiega Tecnocasa, si segnala una leggera riduzione dei prezzi.  Borgo Vecchio è un’area popolare dove si concentrano gli investitori. Sul mercato delle locazioni si registra una buona domanda alimentata da lavoratori fuori sede e da famiglie.

Calo generalizzato a Palermo

Il calo più importante dei prezzi, dice il report di Tecnocasa, è quella dell’Uditore (-3,1%) che registra ribassi importanti nell’omonimo quartiere e a Cruillas. Anche la zona della Fiera vede una discesa dei prezzi del 2,3%. Diminuiscono i valori nell’area Parco della Favorita. Tra i quartieri che segnalano una contrazione si segnalano quello di Cardillo-Villa Scalea e San Polo Libertà – Statua. Calano i prezzi anche in zona Università-Brancaccio (0,9%). Ribassi anche nei quartieri di Corso dei mille e Calatafimi-Villa Tasca e un lieve calo nel quartiere di Oreto Nuova. Leggeri aumenti di compravendite nelle zone Oreto Nuova-Brancaccio-Ciaculli.

Negli ultimi tempi, dicono da Tecnocasa, si segnalano investitori che prima si rivolgevano al mercato delle aste e che ora si stanno riversando sul mercato privato alla ricerca d’immobili da ristrutturare e poi rivedere. Chi compra come prima casa si sta interessando a tipologie di metrature più ampie, i cui prezzi negli anni scorsi erano scesi e che ora sono più accessibili. Per un quattro locali si possono spendere intorno a 100 mila euro.

Difficile trovare ville e case indipendenti

E’ aumentata, si legge nel report di Tecnocasa, anche la richiesta d’immobili con spazi esterni, tuttavia l’offerta già esigua prima del lockdown si è ancor più ridotta perché chi ha immobili con spazio esterno si guarda bene dal venderli. Il lockdown ha aumentato la richiesta di soluzioni indipendenti e con spazi esterni a discapito di appartamenti e spazi condivisi.


Seguici su Facebook


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Potrebbe interessarti anche
Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.