San Giuseppe Jato, il Covid uccide il boss Salvatore Genovese

Venne arrestato nel 2000 tra San Giuseppe Jato e Monreale

Il Covid-19 stronca il boss di San Giuseppe Jato, Salvatore Genovese. Si trovava detenuto ad Opera, in provincia di Milano ed è deceduto a causa delle complicazioni dovute al Covid-19. Aveva 77 anni.

Genovese era risultato positivo al Covid-19 nei giorni scorsi. Si tratta dell’uomo che era stato arrestato dalla Direzione Investigativa Antimafia nel 2000, dopo un lungo periodo di latitanza.

L’arresto avvenne in un casolare in un casolare di campagna in contrada Manara, al confine dei territori di San Giuseppe Jato e Monreale. Genovese ha contratto il Coronavirus e ha accusato sintomi gravi, che lo hanno portato al ricovero e quindi alla morte.

La salma dell’ex padrino di San Giuseppe Jato sarà trasportata in paese nei prossimi giorni.


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
Seguici

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.