Covid-19, ai cenoni massimo 6 persone, arriva il Dpcm

Obiettivo è scongiurare la terza ondata di Covid-19

Niente cenoni e feste di piazza a Natale e capodanno. Il rischio è che possa arrivare una nuova ondata di contagi. Il governo si prepara a varare il nuovo Dpcm in vista del 3 dicembre, giorno in cui scade il provvedimento di Giuseppe Conte.

Attendendo un vaccino, l’esecutivo raccomandà agli italiani i comportamenti da adottare in casa durante le feste. Si pensa a limitare il più possibile la presenza di invitati che non siano congiunti e parenti stretti.

“C’è grande attesa per i vaccini, di cui uno sembrerebbe addirittura conferire immunità sterilizzante: cioè impedire il contagio. Per fine gennaio in Italia, incrociando le dita rispetto alle approvazioni di Fda ed Ema, inizieremo la campagna d’immunizzazione con il vaccino di Pfizer”. Così in un’intervista a ‘Il Fatto Quotidiano’ il presidente del Consiglio superiore di Sanità, Franco Locatelli.

Fa presente, inoltre, che “per il vaccino Pfizer non si può pensare di coinvolgere le farmacie: servono crio-contenitori che potranno essere disponibili solo in alcuni punti ospedalieri concertati con le Regioni”. Priorità “agli operatori sanitari e sotto-sanitari: 800 mila persone. Poi gli anziani delle Rsa e gli over 80: 4,5 milioni di persone, di cui circa 300 mila nei presidi residenziali”.

Negli ospedali “la pressione c’è ancora, però stiamo scendendo. Si vede la luce, ma deve essere una luce che illumina per evitare di ricascarci”. Quando il Covid sarà un brutto ricordo? “Voglio sperare fine estate-autunno 2021 con un numero tale di vaccinati che ce lo consenta”; intanto “dovremo dimenticarci di feste in piazza, veglioni, cenoni con parenti e amici. Altrimenti tra tre, quattro settimane pagheremo un altro prezzo altissimo”. A tavola, afferma, non più di sei persone. Rispetto agli impianti sciistici “non esistono le condizioni epidemiologiche per consentire la riapertura, valuteremo a gennaio e febbraio

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK