Bambina di 10 anni batte la testa e muore, tragedia in una scuola di Palermo

La ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina ha espresso "profondo cordoglio e dolore" per la tragedia

Tragedia a Palermo dove una bambina di 10 anni è morta dopo aver battuto la testa mentre faceva educazione fisica. Il dramma si è consumato all’interno della scuola Vittorio Emanuele Orlando di via Lussemburgo a Palermo.

La bambina, secondo le prime notizie sarebbe caduta battendo la testa. Inutili i tentativi dei sanitari del 118 di rianimarla. Dopo l’incidente l’insegnante e la dirigente scolastica hanno contattato il 118 per richiedere l’intervento di un’ambulanza. Le sue condizioni sono apparse subito gravi e poco dopo il suo cuore avrebbe smesso di battere.

LEGGI ANCHE
Covid-19, verso le "Zone Rosso Scuro", la proposta dall'Europa

Sul posto i Carabinieri per ricostruire la dinamica del grave incidente avvenuto questa mattina.

La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha espresso “profondo cordoglio e dolore” per la tragedia. La ministra ha espresso anche  la “massima vicinanza alla famiglia” e ha reso noto che il ministero ha già avviato tutti gli accertamenti del caso.

LEGGI ANCHE
Lockdown in Sicilia, Musumeci gioca l'ultima carta e convoca i Prefetti

“La morte avvenuta stamattina a scuola di una bambina di 10 anni è una tragedia immane, che colpisce la famiglia della piccola, la comunità scolastica e tutta la città. Sono certo di interpretare i sentimenti non solo della Amministrazione comunale ma di tutta Palermo, nell’esprimere vicinanza nel dolore alla famiglia di questa piccola, ai suoi insegnanti e ai suoi compagni”, lo ha detto il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK