Strade dell’entroterra palermitano distrutte, lavori sulla Corleone-San Cipirello

0

Iniziati i lavori sulla SP4 tra Corleone e San Cipirello. Si tratta del primo lotto, finanziato con 4, milioni di euro. Il progetto prevede la risagomatura della sede stradale e la posa di asfalto su circa 12 chilometri di strada.

Si tratta dei lavori che possono essere realizzati grazie ad un corposo finanziamento dello Stato. Oltre alla Sp4, anche altre strade della ex provincia saranno coinvolte da lavori di manutenzione straordinaria.

I lavori, che erano stati consegnati ufficialmente lo scorso 24 ottobre, interesseranno un tratto di strada da Corleone verso l’area delle frane, il cui ultimo intervento risale a 15 anni fa.

“Apprendiamo con soddisfazione dell’avvio dei lavori sulla SP4 – commenta il sindaco Nicoló Nicolosi -. È l’inizio di un percorso che porterà al miglioramento della viabilità su tutto il territorio, agevolando la vita ai cittadini e anche degli imprenditori agricoli della zona. Un ulteriore lotto di 4 milioni di euro è già stato finanziato e andrà in gara entro l’anno. I lavori quindi potrebbero partire entro la prossima primavera”.

Sul tema si è svolto, nel comune di Contessa Entellina, un incontro istituzionale per monitorare lo stato dei lavori del piano sulla viabilità che interverrà sulle strade provinciali della Sicilia con fondi ministeriali.

Per il Movimento 5 Stelle erano presenti i deputati Roberta Alaimo e Giuseppe Chiazzese. “Nella SP 1 i2 di Contessa Entellina – affermano i parlamentari siciliani – abbiamo finanziato lavori di ripresa del piano viabile per circa 600 mila euro. Per la sola provincia di Palermo, tramite il DM 49/2018 il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha messo a disposizione più di 25 milioni di euro fino al 2023, col DM 123/2020 altri 16 milioni di euro, più altre somme sono state stanziate per la manutenzione fino al 2034, e con il DM 224/2020 altri 7 mln di euro”.

“Le strade provinciali coinvolte sono tantissime – continuano Alaimo e Chiazzese – a partire dalla famosa SP4 Corleone-mare, i cui lavori sono iniziati grazie ad un finanziamento di circa 5mln di euro, a cui seguiranno altri due interventi del valore di circa 7,5 mln di euro, sempre finanziati dal Ministero”.

“Con la diminuzione del prelievo forzoso – dicono gli esponenti del Movimento – abbiamo permesso alle ex province siciliane di poter iniziare i lavori, ma abbiamo previsto nuovi e ingenti finanziamenti fino al 2034 per manutenzione della rete viaria, per la messa in sicurezza di ponti e viadotti, e per il dissesto idrogeologico. Si tratta di un lavoro condottò sotto traccia dai parlamentari nazionali M5S che oggi sta portando i suoi frutti” hanno concluso.

Nelle prossime settimane i parlamentari nazionali della Sicilia continueranno con gli incontri istituzionali nelle sedi dei principali interventi che miglioreranno la viabilità regionale. Tra le tappe in programma: la SP 106 Camporeale (1,6 MLN di finanziamento), la SP 54 Alia (2,3 MLN), la SP 84 Vicari (1,4 MLN), la SP Cammarata (1,5 MLN) e la SP 108 Giuliana (0,4 MLN).

Facebook Ricevi le nostre news su Facebook Metti mi Piace

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.