Brucia cavi di rame al Lago di Piana degli Albanesi, arrestato

Un uomo di nazionalità rumena che abita a Palermo è stato arrestato con l’accusa di aver dato alle fiamme una grossa quantità cavi di rame nei pressi del Lago di Piana degli Albanesi. Si tratta di un’area protetta in quanto area di interesse comunitario.

L’uomo, 37 anni, ha bruciato 100 chili di cavi ed è stato arrestato dai carabinieri che lo hanno colto in flagranza di reato. L’uomo insieme ad altri tre connazionali è stato sorpreso nei pressi della riva del lago a dare fuoco ai cavi. Con i Carabinieri sono arrivati anche gli uomini del Corpo Forestale della Regione Siciliana.

Tutti e quattro sono stati multati anche per la violazione delle misure anti-Covid contenute nel dpcm del 3 novembre, poiché si trovavano al di fuori del proprio comune di residenza e in assembramento tra loro.
I cavi di rame sono stati sottoposti a sequestro. L’arresto del romeno è stato convalidato questa mattina dal giudice del Tribunale di Palermo.

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK