Covid-19, salgono a 445 i positivi nella Zona Rossa di Misilmeri

Salgono ancora i numeri delle persone positive a Misilmeri, dichiarata zona rossa dal Presidente della Regione, visto l’aumento incontrollato dei positivi al Covid-19. Lo ha confermato il sindaco Rosario Rizzolo attraverso una nota stampa.

I positivi salgono ancora dunque a Misilmeri dove è ancora presto per assistere ad un calo dovuto alle misure restrittive in vigore. Sono 445 i soggetti totali positivi, 31 nuovi positivi, dai tamponi pervenuti fino a giorno 19 (anche se relativamente al 18 e 19 novembre sono pervenuti soltanto parzialmente gli esiti dei tamponi). La buona notizia è che si contano 5 guariti.

“I numeri come vedete continuano ad essere molto alti, serve attenzione e responsabilità – ribadisce Rizzolo -. Dall’Asp mi informano che alcuni di questi positivi hanno superato i 21 giorni di isolamento e potrebbero “liberarsi” dalla quarantena, basta seguire le ultime informative della direzione sanitaria, infatti, in caso di positività al tampone fino al quattordicesimo giorno, potete dal ventunesimo giorno inviare al dipartimento prevenzione un’autodichiarazione, che alleghiamo, che attesti che negli ultimi 7 giorni non avete avuto sintomi Covid. In questo modo potete liberarvi dall’isolamento”.

LEGGI ANCHE  Coronavirus: ordinanza di Musumeci, cosa cambia in Sicilia

Intanto il Comune di Misilmeri resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre. Lo ha disposto il Presidente della Regione, Nello Musumeci il quale ieri ha accolto le richieste formulate con due diverse note, una del 16 novembre ed una del 18 novembre 2020, a firma del sindaco, Rosario Rizzolo. In particolare è da ieri consentito a Misilmeri ad alcune categorie di lavoratori esclusi dall’ordinanza 58/2020 di potersi allontanare dal territorio comunale per recarsi al lavoro. “Come noto – dice Rizzolo – l’ordinanza 58/2020 faceva divieto alcune categorie di lavoratori, gli edili e i metalmeccanici, particolarmente rappresentati a Misilmeri, di allontanarsi dal territorio comunale impedendo di fatto la possibilità di recarsi sul posto di lavoro. Nella giornata di domenica e di ieri, 18 novembre 2020, una rappresentanza delle due categorie è stata ricevuta dal sindaco, che si è impegnato a sottoporre l’importante questione non solo al Presidente della Regione ma anche al Prefetto”.

LEGGI ANCHE  Dpcm di Natale, stop a spostamenti e scuole chiuse, coprifuoco alle 22

Nonostante la zona rossa, ogni cittadino, quindi, potrà allontanarsi dal territorio comunale per comprovate esigenze lavorative.

Ricevi tutte le news