Cronacain evidenza

Panico al Civico di Palermo, paziente si infuria e distrugge il reparto

Scene di panico all’ospedale Civico di Palermo dove si è registrato nuovo caso di violenza in corsia. Un paziente è andato in escandescenze e ha distrutto apparecchiatura eredi del reparto di oculistica causando danni per migliaia di euro.

La vicenda si è consumata l’altra notte. Un uomo, dopo essere stato medicato, si è infuriato e ha distrutto strumentazioni e arredi del reparto di oculistica dell’ospedale Civico. Per sottrarsi alla violenza dell’individuo i medici di turno sono stati costretti a rifugiarsi in una delle stanze del reparto. L’uomo è stato denunciato.

Tra i macchinari danneggiati ce ne sarebbero alcuni molto costosi. Secondo una prima stima i danni sarebbero ingenti, per parecchie decine di migliaia di euro. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e la polizia municipale che, con difficoltà, hanno ripristinato l’ordine in corsia.

LEGGI ANCHE  Musumeci riapre la Sicilia e abolisce le zone rosse

Appena sei giorni fa, sempre al Civico, i parenti di una donna deceduta a causa del Covid cercarono di sfondare con una panchina la porta del reparto di Medicina 2 inveendo contro i sanitari. Una spirale di violenza davvero preoccupante che l’emergenza della pandemia ha adesso messo in luce. Un mese fa nella stessa nottata altre due aggressioni a medici e infermieri del pronto soccorso da parte di familiari di pazienti, che non volevano saperne di attendere fuori dall’area di emergenza come prevede il nuovo protocollo.

Sullo stesso argomento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *