Arriva il plasma iperimmune all’ospedale di Partinico per un paziente grave

In Sicilia crescono i centri di raccolta del plasma per la cura del Coronavirus

Arriva il Plasma Iperimmune per un paziente ricoverato all’ospedale di Partinico. E’ la seconda dose che viene somministrata dopo quella di sabato scorso per un paziente ritenuto grave per il quale le altre terapie non hanno ottenuto gli effetti sperati.

Intanto si registra un nuovo decesso al Covid Hospital, si tratta di una donna di 66 anni, Saveria Amato, che era ricoverata da qualche giorno in condizioni serie con i classici aggressivi sintomi da coronavirus, che causano difficoltà respiratorie.

In Sicilia crescono i centri di raccolta del plasma per la cura del Coronavirus autorizzati dal Dipartimento attività sanitarie e osservatorio epidemiologico dell’ assessorato regionale della Salute. La mappa dei centri di raccolta che ne vedeva già otto era stata diffusa nei giorni scorsi in risposta a chi sosteneva che la pratica fosse attiva solo a Messina e chi chiedeva se si offre questa opportuntà ai pazienti

La raccolta del plasma per l’immunizzazione avviene nei servizi trasfusionali presso i policlinici di Palermo e Catania (due centri raccolta), le Asp di Trapani, Caltanissetta e Ragusa e negli ospedali Papardo di Messina e Garibaldi di Catania, tutti autorizzati alla fine della scorsa primavera. Da oggi ai centri si aggiunge L’Azienda ospedaliera “Ospedali Riuniti Villa Sofia – V. Cervello” di Palermo che è stata autorizzata dal Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico – DASOE – dell’Assessorato Regionale della Salute, alla raccolta del plasma per la cura del Covid-19.

Ricevi tutte le news

SEGUI DIRETTA SICILIA SU GOOGLE NEWS

SEGUICI SU FACEBOOK