Scontri e violenza a Palermo, cariche della Polizia contro alcuni violenti (VIDEO)

Violento scontri in corso Vittorio Emanuele a Palermo tra Polizia e manifestanti. La protesta dei commercianti era pacifica, per dire no alle chiusure decise dal Governo con il nuovo Dpcm. Nel tardo pomeriggio di oggi però si è trasformata in una guerriglia tra forze dell’ordine e alcune frange dei centri sociali. Si è assistito a lanci di fumogeni e bombe carte da una parte e cariche della polizia dall’altra.

A causare gli scontri alcuni “infiltrati” nella manifestazione. E ad innescare gli scontri alcuni appartenenti ai centri sociali che si sono uniti alla proteste degli esercenti.

La polizia, in tenuta antisommossa, ha provato a contenere i più violenti. Dopo un po’ alcuni appartenenti ai centri sociali hanno lanciato petardi e bottiglie di vetro contro le forze dell’ordine in tenuta antisommossa, che hanno reagito con una carica. Un petardo ha colpito un operatore di Mediaset, che è stato soccorso da un’ambulanza e sta ricevendo le prime cure.

LEGGI ANCHE  Il Covid uccide l'infermiere Totò, pioniere dell'assistenza ai malati terminali

La polizia ha inseguito i manifestanti dei centri sociali lungo corso Vittorio Emanuele (dove sono stati divelti cestini, fioriere e panchine), prima che si disperdessero nei vicoli del centro storico.

Ricevi tutte le news