È psicosi Coronavirus, ospedali assaltati nel Palermitano: corsa al tampone

Ospedali di Palermo in sovraffollamento a causa di numerose persone in fila per essere sottoposti al tampone. E’ una vera e propria corsa al tampone quella in atto a Palermo. E gli ospedali vanno sotto stress a causa del repentino record di contagi rilevati negli ultimi giorni. In foto la fila per i tamponi alla Guadagna.

Da questa mattina caos e lunghe file in quasi tutti gli ospedali del Palermitano. All’ospedale Civico il pronto soccorso è ormai dedicato ai malati di Coronavirus e i pazienti affetti da altre patologie che si presentano in ospedale vengono smistati nelle aeree di emergenza di Villa Sofia, Policlinico, Ingrassia e Buccheri La Ferla. Qui i Pronto soccorso sono presi d’assalto visto che viene a mancare il supporto del Civico, ospedale più grande della Sicilia. 

I pazienti devono attendere ore prima di essere visitati. Le attese a Villa Sofia, in particolare, sono di ore e ci sono cinque ambulante bloccate, al Buccheri La Ferla ci sono sette ambulanze in fila in attesa di affidare i pazienti ai medici. Non va meglio all’Ingrassia e al Policlinico. A Villa Sofia si registra anche l’arrivo in massa di persone per i tamponi.

LEGGI ANCHE  Dpcm di Natale, stop a spostamenti e scuole chiuse, coprifuoco alle 22

L’Azienda ospedaliere intanto ha reso noto che la puntuale applicazione delle procedure di sicurezza impone l’esecuzione di elevati
numeri di tamponi, specialmente all’inizio della settimana per i ricoveri programmati. A Villa Sofia è giunto personale di supporto.

“Abbiamo qualche problema è indubbio – afferma Renato Costa, commissario dell’emergenza a Palermo e provincia – Da Sambuca sono arrivati pazienti che, per esempio, hanno riempito il domicilio protetto di Borgetto, ovvero quelle strutture che accolgono ospiti positivi non autosufficienti. Stiamo approntando quaranta posti a Castelbuono. Sui pronto soccorso sappiamo che ci sono affollamenti e stiamo provvedendo celermente. Per quanto riguarda il Civico tra non molto lo apriremo alle emergenze no covid. Domani apriremo venticinque posti a Partinico, altri venticinque dopodomani”.

LEGGI ANCHE  Covid-19, contagi triplicati in un mese nel Palermitano: la mappa di tutti i comuni
Ricevi tutte le news