Nuovo Dpcm e Lockdown notturno, chiuderanno parrucchieri, palestre e altre attività

Lockdown notturno dalle 22 o 23 nel nuovo Dpcm. È questo quanto ha deciso il presidente del consiglio Conte dopo la riunione a Palazzo Chigi terminata alla 4 di notte. Argomento le nuove restrizioni e la manovra economica. Il Dpcm potrebbe essere varato già questa sera dal Consiglio dei ministri ed approvato domenica.

Per il governo non c’è più tempo da perdere. I contagi avanzano velocemente e servono decisioni forti.

Lasciare aperte con misure rigorose di distanziamento e protezione le attività produttive e le scuole nelle ore diurne e serali, lockdown notturno generalizzato dalle 22 in tutto il Paese. E’ la linea del Governo che emerge dalle cinque ore di vertice notturno a palazzo Chigi.

LEGGI ANCHE  Coronavirus, troppa gente in strada, più controlli e forze dell'ordine in Sicilia

Due le ipotesi. O un nuovo Dpcm nazionale restrittivo a soli quattro giorni da quello di “semi lockdown” di martedi’ scorso. O attendere ancora qualche giorno per misurare gli effetti delle misure in atto che allo stato non possono ancora aver prodotto conseguenze. Conte sarebbe per la seconda. Quello che appare certo, aldilà dei tempi, è che il nuovo Dpcm deciderà il “lockdown notturno” delle 22.
Saranno i presidenti di Regione l’ago della bilancia.

Il coprifuoco previsto imporrebbe la chiusura, alle 22 o alle 23, di tutti i locali e negozi, con eccezioni come le farmacie (ma su come modulare l’intervento le ipotesi sarebbero diverse).

Tra le nuove disposizioni potrebbe esserci una ulteriore stretta sugli sport dilettantistici da contatto e su alcune attività fisiche (nel mirino potrebbero finire le palestre) ma anche su parrucchieri, estetisti e saloni di bellezza; cinema e teatri; sale gioco e Bingo.

LEGGI ANCHE  Infermiera positiva all'Ingrassia di Palermo, chiuso il Pronto Soccorso

Per lo smart working appare probabile una decisa implementazione, fino a quota 70%. Le scuole dovrebbero restare fuori da queste nuove restrizioni, anche se dal Cts sarebbero arrivate indicazioni per disporre ‘dad’ modulata.

Dopo la riunione della notte tra il premier Conte e i ministri, in programma per oggi, sabato 17, c’è la riunione tra governo e Regioni per portare avanti la definizione dei punti del nuovo Dpcm.