Covid a Piana degli Albanesi, sindaco chiude scuole dopo primo caso

È stata arrivata la task force dell'Asp per il tracciamento dei contatti avuti dal giovane positivo

Il primo caso di Coronavirus a Piana degli Albanesi sconvolge l’intero paese in provincia di Palermo. Il sindaco Rosario Petta ha preso fin da subito decisioni drastiche al fine di ridurre il più possibile il rischio contagi.

Stamattina è stato il primo cittadino arbëresh a comunicare ai cittadini che a Piana degli Albanesi è stato confermato dalle autorità sanitarie il primo caso di Coronavirus. Si tratta di un giovane di Piana che è entrato in contatto con una persona positiva al Coronavirus per motivi lavorativi. Il ragazzo, ha fatto sapere Rosario Petta, è asintomatico e sta bene. I familiari del giovane sono stati già sottoposti al tampone e sono risultati negativi.

È stata arrivata la task force dell’Asp per il tracciamento dei contatti avuti dal ragazzo e per l’esecuzione dei tamponi i cui risultati si avranno nei prossimi giorni.

Lo stesso sindaco nel pomeriggio ha firmato una ordinanza sindacale con la quale impone alcune limitazioni alle attività commerciali e alle scuole.
A far data da oggi, per le attività di bar, pub, pizzerie, sale giochi, sale scommesse e locali assimilati, di palestre, impianti sportivi e scuole di ballo, l’orario di chiusura è fissato per le ore 22. Le pizzerie ed esercizi di vendita cibi cotti, dopo le ore 22.00, possono effettuare servizio di asporto ed a domicilio.

Le scuole domani non apriranno. A partire da lunedì 21 settembre, infatti, l’ordinanza impone la chiusura delle strutture scolastiche di ogni ordine e grado presenti nel territorio. Sara a carico dei Dirigenti scolastici porre in essere le idonee iniziative finalizzate a garantire la continuità scolastica.