Paura al Tribunale di Palermo, un avvocato positivo al Covid

Dopo la comunicazione del contagio, è scattata l’indagine epidemiologica sui contatti che l'avvocato

Allarme in Tribunale dopo che un avvocato di Palermo è risultato positivo, a seguito di tampone, al COVID-19. Il legale ha informato l’ordine di appartenenza informando di avere partecipato dopo la sospensione feriale ad alcune udienze.

Dopo la comunicazione del contagio, è scattata l’indagine epidemiologica sui contatti che l’avvocato ha avuto al Tribunale di Palermo.

Si tratta di tre udienze che si sono tenute tutte al primo piano del palazzo nuovo, dove in gran parte si celebrano i processi monocratici.

L’avvocato risultato positivo ha partecipato il 9 settembre all’udienza della seconda sezione penale in aula 5, il 10 settembre all’udienza sempre della seconda sezione penale in aula 6 e il 14 settembre all’udienza della quinta sezione in aula 12. Il legale ha inoltre
frequentato nei giorni delle udienze e le cancellerie della seconda e terza sezione penale, l’ufficio esecuzione penale, l’ufficio esecuzioni procura della repubblica, l’archivio tribunale, l’ufficio ricezione atti penali, il tribunale di sorveglianza, il ruolo generale della corte di Appello penale e la cancelleria della prima corte di Appello.

L’ordine degli avvocati di Palermo ha inviato una comunicazione ad ogni singolo professionista comunicando nel dettaglio le udienze a cui ha partecipato il legale positivo e le aule in cui ha fatto accesso. I locali indicati saranno sanificati.