Tragedia al matrimonio, la sposa di Borgetto ha ustioni di secondo e terzo grado

La sposa è stata colpita da una fiammata partita dal padellone di un flambè all'interno di una sala ricevimenti di Trabia

È ricoverata al Centro Ustioni dell’ospedale Civico di Palermo, J. L., la sposa di Borgetto che è rimasta vittima di un brutto incidente durante la festa delle sue nozze. La sposa è stata colpita da una fiammata partita dal padellone di un flambè all’interno di una sala ricevimenti di Trabia. Una tragedia che si è consumata nella serata di ieri.

Si attende il pronunciamento dei medici sullo stato di salute della sposa, una parrucchiera che lavora a Partinico. Secondo quanto apprende Direttasicilia.it, la ragazza ha riportato ustioni di secondo grado in viso, giudicate guaribili in 20 giorni e che, si spera, non dovrebbero lasciarle cicatrici sul volto. Ciò che preoccupa i medici però è la presenza di diverse ustioni di terzo grado lungo la schiena.

Un dramma che si è consumato in pochi secondi. I due sposi, J.L, e G.C., erano appena arrivati nella sala di Trabia e si erano avvicinati al banco del maitre per il classico flambè di benvenuto quando dal padellone si è sprigionata una grossa fiammata che fa investito la povera sposa in pieno viso. Le fiamme poi si sono propagate anche lungo il vestito. Lo sposo e i parenti si sono precipitati per spegnere le fiamme.

Qualcuno ha chiamato i soccorsi che sono arrivati a bordo di un’ambulanza del 118. La donna è stata trasportata d’urgenza all’ospedale Civico di Palermo al Centro Grandi ustioni. Adesso di trova sotto osservazione da parte dei medici che tenteranno in tutti i modi di salvare il viso della sposa da eventuali cicatrici.

Sull’episodio adesso indagano i Carabinieri intervenuti sul luogo del dramma e che hanno acquisito alcuni video.