Covid-19, boom di contagi e ricoveri nel Palermitano

Una ragazza dipendente della MSc Crociere è positiva al Coronavirus, lavora sulla MSC Grandiosa

Una vera e propria impennata di nuovi casi di Covid in provincia di Palermo, dove aumentano anche i ricoveri in terapia intensiva. Sono 87 i nuovi positivi nell’isola e in provincia di Palermo sono 27 e alcuni dei questi compariranno nel bollettino di oggi perché non registrati ieri.

Il Palermitano conta il maggior numero di nuovi positivi. A Palermo, dopo i casi accertati nelle aziende partecipate del Comune, tra Rap, Amat e Amap, il Covid si è presentato anche al Tribunale. Un giudice della Corte di Appello è risultato positivo ed è in quarantena domiciliare. Al liceo Danilo Dolci, invece, una collaboratrice scolastica è risultata positiva al test sierologico, è scattata la sanificazione dei locali e la sospensione dei corsi di recupero in presenza.

Alla clinica Candela, un paziente proveniente dall’ospedale Cervello era positivo al Covid-19. Ora è ricoverato in terapia intensiva al Civico, insieme a un altro nuovo degente positivo, una donna, il cui contagio sarebbe riconducibile al focolaio scoppiato alla Rap.

Tra i nuovi contagi figura anche una dipendente della Msc Crociere in servizio sulla nave Grandiosa. Si tratta di una cittadina israeliana, asintomatica, trasferita ieri dal porto in una struttura individuata dall’Asp e dalla compagnia di navigazione, probabilmente al Covid hotel San Paolo.

La donna è risultata positiva alla fine di un lungo protocollo sanitario che, fanno sapere dalla Msc, “rende le nostre imbarcazioni luoghi di totale sicurezza: i dipendenti, se si tratta di personale straniero, effettuano il tampone poco prima di partire dal Paese di origine, poi, prima di salire a bordo, effettuano un secondo esame, e se il controllo dà esito negativo, salgono sulla nave ma vanno subito in quarantena nei propri alloggi per 14 giorni. Finito l’isolamento, prima di uscire dalla cabina vengono sottoposti a un terzo tampone, rapido”.

Crescono i nuovi casi e crescono anche i ricoveri in ospedale. Ieri ci sono stati diversi ricoveri che portano a 12 il numero di persone che si trovano nei reparti. Hanno tutti un’età di circa 40 anni. Otto nella rianimazione dell’ospedale Cervello e 4 a al Civico.