Palermo, il consiglio comunale chiede la sospensione della Ztl

Ora l'amministrazione comunale dovrà fare propria la decisione dell'assemblea

Il Consiglio Comunale di Palermo a maggioranza ha detto no alla zona a traffico limitato al centro di Palermo. Ora toccherà all’amministrazione Orlando ritirare l’atto.

Lo rende noto il consigliere comunale Antonino Randazzo. Il consiglio, con il voto favorevole del Movimento 5 Stelle, ha ribadito ancora una volta la necessità di sospendere la ZTL Centrale fino alla durata dello stato di emergenza sanitaria stabilito dal Governo Nazionale e per il momento fissato fino ad ottobre 2020.

“L’atto voluto da questa amministrazione comunale di fare ripartire la ztl ad agosto non attenendosi invece alle indicazioni espresse dal Consiglio Comunale e dai commercianti e’ un inutile atto di forza di questa giunta che non fa il bene della città ma serve soltanto ad alimentare tensioni e scontri con il tessuto produttivo di Palermo”, lo dice il consigliere 5 stelle.

Ora l’amministrazione comunale dovrà fare propria la decisione dell’assemblea e procedere alla sospensione della ztl che era entrata in vigore a partire dal 3 agosto. Un provvedimento criticato da associazioni di categoria e numerosi esponenti politici di opposizione.
“Adesso ci attendiamo il ritiro dell’atto da parte del Sindaco”, dice Randazzo.