Palermo piange Raffaele Stassi, morto in un incidente sulla Palermo-Sciacca

Palermo piange Raffaele Stassi, un’altra giovane vittima della strada. Una scia sanguinosa che non smettere di mietere giovani vite in Sicilia. Il ragazzo, residente a Palermo, è morto al Trauma Center di Villa Sofia a soli 27 anni. Troppo gravi le ferite riportate in un tragico incidente stradale avvenuto ieri mattina sulla SS624 Palermo-Sciacca.

Sui social tanti i messaggi degli amici e di quanti lo conoscevano che ancora non credono alla morte del giovane Raffaele Stassi. “Ciao Raffaele Stassi, sei stato un grande allievo e amico. Abbiamo condiviso tanti momenti insieme che custodirò nel mio cuore e nella mia mente per sempre. Mi mancherai. Ciao Dottore Stassi“, questo uno dei commenti più toccanti pubblicati sui social network. In tanti, in seguito alla notizia della morte del 27enne hanno invaso le proprie bacheche ricordando giovane con strazio e dolore.

La morte del giovane colpisce il mondo delle due ruote di Palermo. Raffaele era figlio del presidente del Moto club ‘Le Aquile’ di Palermo. Era laureato in Agroingegneria e appassionato delle arti e delle discipline orientali.

La prematura scomparsa del palermitano è avvenuta ieri mattina dopo un grave incidente mortale. Il ragazzo, 27enne, ha perso la vita a causa di un incidente violentissimo che lo ha visto protagonista e vittima sullo scorrimento veloce Palermo-Sciacca. Lo schianto è avvenuto nei pressi del carcere Pagliarelli del capoluogo siciliano, all’inizio della superstrada. A scontrarsi ha una moto, una Honda Transalp, e un’auto, una Opel Agila. A perdere la vita è stato proprio il centauro che ha avuto la peggio in seguito allo scontro.

Il giovane Raffaele, soccorso dai sanitari del 118, e trasferito al Pronto Soccorso dell’ospedale Villa Sofia, è sembrato subito grave. I sanitari hanno fatto di tutto per salvargli la vita. Il decesso sarebbe avvenuto a causa delle gravi ferite riportate.

Il conducente dell’auto – che si è ribaltata dopo l’impatto – è stato soccorso e trasferito all’ospedale Civico ma non è in pericolo di vita. La dinamica di quanto accaduto è ancora al vaglio degli inquirenti.

La foto dal profilo social del ragazzo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.