Tuffo fatale a San Vito lo Capo, muore Rosario Rizzo

Il giovane Rosario Rizzo non si sarebbe reso conto della bassa profondità del fondale e si è tuffato di testa

Rosario Rizzo, 27 anni, di Trapani, non ce l’ha fatta. Il ragazzo è morto dopo settimane di agonia all’ospedale Civico di Palermo dopo un tuffo dal molo di San Vito lo Capo.

L’incidente è avvenuto il 6 luglio scorso nella cittadina turistica in provincia di Trapani. Il ragazzo ha riportato un grave trauma cerebrale e alla spinale dopo un tuffo dal molo di sottoflutto nelle acque del porto. Oggi la tragedia a Palermo.

Rosario Rizzo è morto al Civico, nel reparto di neurochirurgia. Qui era stato ricoverato dopo le cure ricevute all’ospedale di Trapani. È rimasto sempre in pericolo di vita essendo apparso gravissimo fin da subito.

Il ragazzo ha fatto un tuffo in un punto del molo insabbiato dove il fondo è particolarmente basso. Così una giornata al mare trascorsa con gli amici si è trasformata in un dramma.

La comitiva di amici si era spostata sul molo di sottoflutto dopo una giornata trascorsa in spiaggia.

Il giovane Rosario Rizzo non si sarebbe reso conto della bassa profondità del fondale e si è tuffato di testa. Subito ha perso i sensi ed è stato recuperato dagli amici che hanno chiamato i soccorsi.

Il 118 lo ha portato all’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani da dove, rilevate le gravi condizioni cliniche e una lesione spinale, all’indomani è stato trasferimento al reparto di Neurochirurgia del Civico di Palermo. Qui dopo giorni di agonia è morto. Troppo gravi i traumi riportati nel corso dello schianto. Rosario lascia la compagna e una figlia.

È la seconda tragedia che vede morire in giovane a causa di un tuffo. Nei giorni scorsi a morire è stato Giovanni Albamonte, palermitano di 26 anni. Il ragazzo, originario del quartiere Capo di Palermo, è morto per le gravi fratture cervicali riportate dopo un tuffo azzardato all’Acquapark di Monreale. LEGGI QUI Il funerale di Giovanni avvenuto al Capo tra scene di lacrime e dolore.