Stop a sbarchi di migranti e quarantena sulle navi delle ONG (VIDEO)

Niente sbarchi di migranti in Sicilia e quarantena sulle navi delle organizzazioni governative. Il presidente della regione Siciliana ha firmato ieri sera una ordinanza. L’ordinanza arriva dopo che sono sbarcati a Pozzallo 64 migranti asiatici, di cui 11 positivi al Coronavirus.

Musumeci istituisce aree speciali all’interno dei porti interessati dagli sbarchi e la quarantena nelle navi. “Nessuno può andare oltre quella fetta di territorio all’interno del porto, nessun immigrato – dice Musumeci -. Pretendiamo controlli e cordoni di polizia severi”.

La prima novità è che i migranti dovranno trascorrere il periodo di quarantena a bordo delle navi con cui arrivano o su navi inviate da Roma. Saranno sottoposti ai controlli delle Asp.

LEGGI ANCHE  Rosario Agostaro si dimette da sindaco di San Giuseppe Jato

Tutti i migranti, inoltre saranno sottoposti a test sierologici. Chi prenderà sintomi riconducibili al Covid-19, sarà sottoposto al tampone.

Musumeci ha anche istituito delle aree speciali di sbarco, delle zone rosse, in cui transiteranno i migranti che arrivano su piccole imbarcazioni o che non possono fare il tampone sulle navi.

“Serve – ha continuato – un protocollo, rispettato da tutti. Confrontiamoci con il ministero dell’Interno e il ministero della Sanità, perchè il diritto alla salute di cittadini siciliani e migranti deve obbedire a logiche precise, in base alle quali ciascuno è chiamato a fare la propria parte”.

“Chiediamo controlli e cordoni di Polizia, la nuova ordinanza istituisce aree speciali nei porti in cui avvengono gli sbarchi e stabilisce un protocollo per una Sicilia siura per la salute dei cittadini e dei migranti”, ha scritto Musumeci su Facebook annunciando la nuova ordinanza.

LEGGI ANCHE  Fase 2, Musumeci apre cimiteri, sport e si può andare nelle seconde case