Tragedia a Taormina, 19enne cade sugli scogli e muore

Dopo una una caduta fortuita è morto il giovane tunisino, Ben Dlala Faker, 19 anni

È stato trovato senza vita un ragazzo di 19 anni che è morto dopo aver battuto la testa sugli scogli a Taormina, nota località balneare siciliana.

Così una battuta di pesca si sarebbe trasformata in una tragedia nel corso del pomeriggio di ieri a Taormina. Dopo una una caduta fortuita è morto il giovane tunisino, Ben Dlala Faker, 19 anni. Il giovane da tempo abitava a Taormina.

Il ventenne l’8 agosto avrebbe compiuto vent’anni. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, il giovane sarebbe scivolato dalle scale che si trovano a Capo Taormina battendo la testa sugli scogli. La caduta è stata fatale, il giovane ha perso la vita sul colpo.

I soccorritori del 118 arrivati sul luogo della tragedia hanno solo potuto constatare la morte del giovane tunisino. Il giovane che si trovava in compagnia del fratello e di un amico, a quanto pare si era allontanato dalla spiaggia, per prendere una sedia. Sarebbe caduto dopo aver inciampato in un gradino.

Per il recupero del corpo del ragazzo è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco. È arrivato un elicottero appositamente arrivato da Catania.

Trasferito sulla costa è stato poi imbarcato sopra una pilotina della Guardia costiera. La salma è stata portata nel porto di Giardini ed affidata alle autorità che avvieranno le indagini del caso.

Sono stati i suoi amici a lanciare l’allarme allertando i carabinieri di Taormina. I militari guidati dal capitano Arcangelo Majello stanno verificando la dinamica dell’incidente.

Intanto resta gravissimo il ragazzo di 26 anni che ha battuto la testa all’Acquapark di Monreale. Il giovane ieri è stato sottoposto ad un delicatissimo intervento chirurgico e si trova ancora in coma. La prognosi sulla vita resta riservata. Il ragazzo dopo un tuffo in una zona in cui è viatato tuffarsi ha perso i sensi. Dopo il ricovero all’ospedale Ingrassia di Palermo è stato portato a Villa Sofia. Qui adesso è ricoverato nel reparto di Neurorianimazione.