Si tuffa in 90 cm di acqua all’Acqua Park, gravissimo un ragazzo

L'incidente all'Acqua Park di Monreale si è consumato ieri pomeriggio

È grave il giovane di 26 anni vittima di un incidente avvenuto all’Acqua Park di Monreale. Dopo il ricovero, si sono aggravate le condizioni cliniche di G. A., queste le iniziali del ragazzo di Palermo di 26 anni. Secondo quanto diagnosticato dai medici del Pronto soccorso dell’ospedale Ingrassia di Corso Calatafimi, il ragazzo avrebbe rimediato una grave lesione cervicale.

Così una giornata di allegria con gli amici si è trasformata in una tragedia forse per una semplice bravata.

L’incidente all’Acqua Park di Monreale si è consumato ieri pomeriggio (12 luglio ndr) tra le 15,30 e le 16. Una botta terribile visto che il 26enne si sarebbe tuffato in ha zona in cui l’acqua è alta solo qualche centimetro. Secondo quanto dichiarato dal titolare del parco, il ragazzo sarwbbe stato più volte richiamato dai bagnini.

Le ricostruzioni dei Carabinieri della Compagnia di Monreale sembrerebbero confermare l’ipotesi avanzata dai gestori della struttura. Il ragazzo si sarebbe tuffato dal pallone gonfiabile, in un’area in cui è severamente vietato tuffarsi proprio per l’altezza dell’acqua.

Il giovane, una volta che si sarebbe arrampicato sul “Pallone” con l’utilizzo delle corde, invece di scivolare, avrebbe eseguito un tuffo di testa da un’altezza di circa 3 metri. L’impatto è stato violentissimo tanto che il ragazzo avrebbe subito perso i sensi.

Dopo i primi soccorsi del personale addetto è stato trasportato dal 118 in codice rosso all’ospedale Ingrassia di Palermo.

Le sue condizioni sono apparse subito gravi ai sanitari dell’ospedale di Coeso Calatafimi. Dopo essere stato stabilizzato, il giovane è stato poitrasferito a Villa Sofia e ricoverato nel reparto di Neurorianimazione.

Secondo la diagnosi rilasciata dai medici il giovane ha riportato una lesione alla vertebra cervicale. La prognosi è riservata.

Continuano intanto le indagini dei Carabinieri di Monreale. A chiarire meglio le dinamiche dell’incidente avvenuto all’Acqua Park di Monreale potrebbero essere le immagini di videosorveglianza del parco e le testimonianze dei presenti.