Da Monreale a Cefalù, 7 arresti per spaccio di droga

Arresti a Palermo, Monreale, Cinisì e Cefalù

Sono sette le persone finite in manette in provincia di Palermo con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Arresti a Palermo, Monreale, Cinisì e Cefalù.

Ieri, nel corso dei servizi di controllo del territorio, in tutta la provincia, i Carabinieri di Palermo hanno proceduto all’identificazione di numerose persone.Sono sette i fermati.

In particolare, nel territorio della Compagnia di Cefalù i militari hanno arrestato B.M.,19enne cittadino del Gambia domiciliato a Caltanissetta, trovato in possesso di 3 panetti di hashish; nel quartiere Ballarò, sono stati tratti in arresto due pusher: C.J.B, 29enne già agli arresti domiciliari, per il medesimo reato, e T.G., 27enne, entrambi palermitani. Gli altri arresti sono stati effettuati, due a Cinisi uno a Monreale ed uno nel quartiere “Sperone”. Complessivamente sono stati rinvenuti oltre 500 grammi tra hashish, marijuana e crack.

Infine, nel quartiere” Zen 2”, i Carabinieri hanno recuperato, nascosti dentro un capanno, posto su un terreno adiacente la via Sandro Pertini, 2,4 chili di marijuana, quasi 2 chili di hashish, suddivisi in 20 panetti, una bustina di cocaina, 59 cartucce di vario calibro per pistola e fucile e due personal computer. Sono in corso indagini per risalire ai soggetti che avevano la disponibilità del deposito.

La droga sequestrata è stata trasmessa al Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Reparto Operativo di Palermo per le analisi quantitative e qualitative. Oggi sono in corso le udienze, in video conferenza, per la convalida degli arresti e l’eventuale irrogazione delle misure cautelari.